Aermacchi C. 205V (simulacro)
Il C. 205V “Veltro” fu l’ultimo aeroplano da caccia prodotto in serie dalla Macchi e si distinse nelle fasi finali della seconda guerra mondiale.
Progettato dall’ing. Mario Castoldi (1888-1968), era un monoplano monoposto, a struttura interamente metallica, con carrello retrattile ed elica a passo variabile. Il “Veltro” univa il motore DB605A da 1475 CV e un armamento più pesante alla riuscita cellula del C. 202 “Folgore”, in produzione sin dal 1941. Questo permise di avviare rapidamente la serie e fece del “Veltro” il miglior caccia italiano della seconda guerra mondiale presente nei reparti nel maggior numero di esemplari (250, contro 133 per i concorrenti Fiat G.55 e Reggiane RE 2005).
Il primo Veltro fu portato in volo da Guido Carestiato a Lonate Pozzolo il 19 aprile 1942.
I primi C. 205V furono assegnati nel febbraio 1943 al 1° Stormo ed entrarono in combattimento il 7 aprile, distinguendosi nelle dure campagne di Tunisia e di Sicilia. Dopo l’armistizio, i Veltro continuarono a volare con la Regia Aeronautica al sud, operando sui Balcani. Al Nord, dopo un breve uso da parte della Luftwaffe, equipaggiarono il 1° Gruppo Caccia dell’Aeronautica Nazionale Repubblicana.
Gli ultimi C. 205V, con l’aggiunta di diversi C. 202 rimotorizzati, servirono con l’Aeronautica Militare sino al 1950. Alcuni furono esportati in Egitto, prendendo parte al conflitto arabo-israeliano nel 1948.
Il C. 205V esposto è un simulacro in scala naturale che rappresenta un aereo della serie III con cannoni alari utilizzato nel 1943-45 dal 51° Stormo della Regia Aeronautica cobelligerante con gli Alleati.

  • Denominazione: C. 205V “Veltro”
  • Tipologia: Caccia (Simulacro)
  • Costruttore: Aeronautica Macchi
  • Nazione: Italia
DIMENSIONI
  • Lunghezza: 8,85 m
  • Apertura alare: 10,58 m
  • Altezza: 3,04 m
  • Superficie alare: 16,80 m²
PESI
  • A vuoto: 2.581 kg
  • Totale: 3.408 kg
  • Massimo al decollo: 3.900 kg
MOTORE
  • Daimler Benz DB605A (Fiat RA.1050 Tifone)
  • Potenza: 1.475 CV
PRESTAZIONI
  • Velocità massima: 642 km/h a/at 7.200 m
  • Autonomia: 985 km
ARMAMENTO
  • Due mitragliatrici da 12,7 mm
  • Due cannoni da 20 mm (solo sulla Serie III)




© Fondazione Museo dell'Aeronautica
Sede Legale: Piazza Libertà, 1 - 21100 Varese - Sede Operativa ed espositiva: Via per Tornavento, 15 - 21019 Case Nuove - Somma Lombardo (VA)
Tel. 0331 230642 | Infoline 0331.230.007 e-mail: info@volandia.it - CF 02904180128

Realizzato da Imaginor Srl